Crea sito

PIZZE FRITTE

PIZZE FRITTE. Tonde, fritte e invitanti solo a guardarle… le pizzelle fritte faranno gola proprio a tutti! Gustose e saporite per una cenetta diversa dal solito qui un omaggio ai miei suoceri

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina 00
  • 250 mlacqua (o 270 ml)
  • 12 glievito di birra
  • 20 mlolio
  • 7 gsale
  • 5 gzucchero
  • q.b.olio evo

Procedimento

PIZZE FRITTE

Impastare tutto insieme al di fuori del sale che va aggiunto alla fine, per non compromettere la lievitazione.

Formare un panetto e porlo in una capiente ciotola, coperto con pellicola.

Quando vedete che il panetto raddoppia il volume, è pronto.

Formare tante palline da 20-30 gr tirarle dando la classica forma della pizza.

( mia suocera fa un buco al centro)

Versare l’olio in una capiente padella dai bordi alti e incominciare a friggere, iniziando dalle prime che avete steso.

Friggere in abbondante olio extravergine di oliva. Importante, l’olio deve essere tanto che le pizze possano “nuotare nell’olio bollente . La cottura deve essere molto rapida, il colore giusto deve essere di un bel giallo dorato con i bordi leggermente più scuri.Un piccolo trucco per friggere più velocemente la pizzetta, è quello di versare con un cucchiaio dell’olio bollente nel centro della pizza.

La pizza, appena introdotta nell’olio tende a gonfiarsi,sarà allora il momento di utilizzare una forchetta per bucarla allo scopo di far uscire l’aria dalla bolla. Si consiglia di mangiarle ben calde.

Noi le mangiamo con affettati misti.

Ottime con lo zucchero o la nutella.

Info sulle PIZZE FRITTE

La pizza fritta è un prodotto alimentare tipico dell’alto Lazio, della Campania e della regione Reatina fino ad Amatrice. Le pizze fritte laziali sono prodotte con pasta di pizza fritta sono riconosciute dalla regione Laziocome prodotto agroalimentare tradizionale. Nascono come prodotto di recupero nell’economia familiare del passato, venivano preparate con gli avanzi della lavorazione del pane fatto in casa e cucinate allo scopo di verificare il grado di lievitazione dell’impasto.

Durante la frittura, le pizze fritte tendono a gonfiarsi creando una parte interna vuota, che è ideale riempire con affettati come prosciutto, salame o lonza. Le pizze fritte meno morbide e quelle più sottili venivano condite con zucchero o sale oggi si possono spalmare con del cioccolato in crema.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *